July 11, 2023

Invasioni nocive ma fronteggiabili: le malattie delle cucurbitacee e le soluzioni di Nunhems. 

Le malattie delle cucurbitacee minacciano i raccolti di melone, cetriolo, zucchino, melanzana e anguria. In questo articolo, esploreremo le caratteristiche di queste malattie, i sintomi che provocano e le misure che i fitopatologi e gli agricoltori possono adottare per proteggere i loro raccolti.

Invasioni nocive ma fronteggiabili: le malattie delle cucurbitacee

Le cucurbitacee, che includono meloni, cetrioli, zucchini, melanzane e angurie, sono piante amate per la loro versatilità e il loro sapore rinfrescante. Tuttavia, queste colture non sono al sicuro dalle insidie delle malattie che possono infestarle. Tra i principali nemici che minacciano i raccolti di cucurbitacee si trovano la Pseudoperonospora Cubensis e il Fusarium Oxysporum, agenti patogeni che possono causare danni significativi.

In questo articolo, attraverso le illuminanti parole del fitopatologo Mammella, esploreremo le caratteristiche della prima di queste patologie, la Pseudoperonospora Cubensis, i sintomi che provoca e le misure che gli agricoltori possono adottare per proteggere i loro raccolti.

Invasioni nocive ma fronteggiabili: Pseudoperonospora Cubensis, l'incubo delle cucurbitacee

La Pseudoperonospora Cubensis è un fungo parassita che colpisce le foglie delle cucurbitacee, inclusi meloni e anguria. Questa malattia è anche conosciuta come "muffa bianca" e può diffondersi rapidamente in condizioni di umidità elevata. I sintomi iniziali includono macchie gialle sulla pagina superiore delle foglie, mentre la parte inferiore sviluppa un feltro bianco-grigiastro. Con il passare del tempo, le foglie si ingialliscono e seccano, compromettendo la capacità della pianta di fotosintetizzare e produrre frutti sani.

 

La Pseudoperonospora Cubensis può ridurre significativamente la resa dei raccolti se non viene gestita correttamente.

Invasioni nocive ma fronteggiabili: misure di prevenzione e controllo

Marco Mammella, fitopatologo di Nunhems ci spiega come proteggere i raccolti di cucurbitacee dalla Pseudoperonospora Cubensis: gli agricoltori possono adottare diverse strategie. Innanzitutto, è importante garantire una rotazione adeguata delle colture per ridurre l'accumulo di patogeni nel terreno. Inoltre, è importante evitare sistemi di irrigazione “a pioggia” che possono provocare le condizioni di alta umidità, mentre sono raccomandate le condizioni che favoriscono una maggiore ventilazione.

L'irrigazione “a goccia” o l'uso di coperture per ridurre l'umidità e promuovere una buona circolazione dell'aria possono contribuire a prevenire la diffusione delle malattie fungine. In caso di infezione, è essenziale rimuovere e distruggere le piante infette per evitare la propagazione dei patogeni.

I breeders sono costantemente impegnati nello studio di varietà resistenti che possono offrire una maggiore tolleranza agli agenti patogeni ma, in presenza di persistenti condizioni meteorologiche sfavorevoli si rende indispensabile il supporto di prodotti chimici per ridurre lo sviluppo di resistenza nel patogeno.

Le malattie delle cucurbitacee, una minaccia…ma non per Nunhems!

Le malattie delle cucurbitacee come la Pseudoperonospora Cubensis rappresentano una minaccia significativa per i raccolti di meloni, cetrioli, zucchini, melanzane e angurie. La gestione consapevole di queste malattie richiede una combinazione di strategie preventive, come la rotazione delle colture e l'utilizzo di varietà resistenti, insieme a misure di controllo tempestive, come l'eliminazione delle piante infette.

Proteggere le colture di cucurbitacee richiede una costante vigilanza da parte degli agricoltori, al fine di garantire raccolti sani e abbondanti per soddisfare la domanda sempre crescente di questi deliziosi ortaggi.

Nunhems, è sempre al fianco di chi si trova in prima linea per prevenire, combattere e vincere le patologie più ostinate. I suoi alleati? Gli agricoltori stessi, che tutti i giorni scendono in campo, la scienza, l’incessante ricerca e una vera vocazione per un’agricoltura di qualità.

Per saperne di più, guarda il video di MARCO MAMMELLA, fitopatologo di Nunhems!

Pseudoperonospora cubensis: la peronospora di melone e anguria

Informazioni sulla divisione Agricultural Solutions di BASF
Con una popolazione in rapida crescita, il mondo dipende sempre più dalla nostra capacità di sviluppare e mantenere un’agricoltura sostenibile e ambienti sani. In collaborazione con gli agricoltori, i professionisti del settore agroindustriale, gli esperti nella gestione degli infestanti e molti altri, il nostro ruolo è quello di contribuire a rendere ciò possibile. Questo è il motivo per cui investiamo in una solida filiera di Ricerca Sviluppo e in un portafoglio molto ampio, che comprende sementi e tratti genetici, difesa delle colture chimica e biologica, gestione dei terreni, salute delle colture, antiparassitari e agricoltura digitale. Con team di esperti in laboratorio, nei campi, nell’amministrazione e nella produzione, sappiamo coniugare un modo di pensare innovativo con azioni concrete per mettere a punto idee che funzionino nel mondo reale – per gli agricoltori, la società e il pianeta. Nel 2018 la nostra divisione ha generato un fatturato di 6,2 miliardi di euro. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Internet www.agriculture.basf.com o uno dei nostri canali sui social media.

Informazioni su BASF
In BASF creiamo chimica per un futuro sostenibile. Uniamo al successo economico la tutela dell’ambiente e la responsabilità sociale. Più di 122.000 collaboratori del Gruppo lavorano per contribuire al successo dei clienti, in quasi tutti i settori industriali e in ogni Paese del mondo. Il nostro portafoglio prodotti è organizzato in cinque segmenti: Chemicals, Materials, Industrial Solutions, Surface Technologies, Nutrition & Care and Agricultural Solutions. Nel 2018 BASF ha generato vendite pari a 63 miliardi di euro. BASF è quotata nelle Borse di Francoforte (BAS), Londra (BFA) e Zurigo (BAS). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito: www.basf.com.

Last UpdateJuly 11, 2023