1 febbraio 2022
Italia
Novità ed eventi

Meloni, vendite e organizzazione del mercato

Negli areali più precoci del Paese i trapianti dei meloni sono ai nastri di partenza: ora che la nuova campagna muove i primi passi e che le aziende si trovano nella delicata fase della programmazione, è bene dare uno sguardo – numeri alla mano – ai trend commerciali dello scorso anno.

 

Le vendite in Gdo

Nella distribuzione moderna italiana che trend hanno seguito le vendite di meloni? Lo scopriamo con le elaborazioni del Monitor Ortofrutta di Agroter, attraverso le quali andiamo ad approfondire le dinamiche della campagna italiana negli ultimi tre anni considerando il periodo che va da aprile a ottobre.

Fatte cento le vendite del 2019, nel primo anno di pandemia i dati a volume hanno perso tre punti, mentre quelli a valore quattro, complice un’estate 2020 difficile per il prodotto. Lo scorso anno, invece, i quantitativi commercializzati sono aumentati di cinque punti rispetto all’anno di riferimento, ma le vendite a valore hanno sostanzialmente pareggiato quelle del 2019. La principale conseguenza? Il mix prezzi si è abbassato.

IT_MEM_vendite volume e valore.JPG

Interessante analizzare l’andamento per area geografica: se nel 2020 la contrazione delle vendite era stata praticamente omogenea lungo lo Stivale, la ripresa del 2021 si è concretizzata con un aumento dei volumi commercializzati a doppia cifra nell’Area 4 (Campania – Calabria – Basilicata –Puglia – Sicilia) pari al 14% e nell’Area 3 (Toscana – Lazio – Marche – Abruzzo– Molise- Sardegna) + 11%. Il Nord-Est ha incrementato di sette punti i quantitativi in un anno, mentre il Nord-Ovest ha fatto sì registrare un piccolo progresso di tre punti, ma si colloca comunque due punti sotto il 2019 ed è l’area che più ha frenato le performance del melone nel 2021.

Stampa

Un passaggio veloce sul calendario. Complice un clima che ha stimolato i consumi, lo scorso anno le vendite sono aumentate in maniera marcata nei mesi di luglio ed agosto e anche ottobre ha fatto registrare un importante incremento dei quantitativi commercializzati.

 

Uno sguardo alla produzione

Per quanto riguarda la produzione italiana di meloni i dati Istat più aggiornati si fermano al 2020, quando la raccolta nazionale è stata pari a 503.289 tonnellate, in linea con il 2019 e del 4% inferiore rispetto al 2016. Le superfici dedicate si mantengono costanti sui ventimila ettari.

 

Un mercato da organizzare

Anche con un clima favorevole - come nell’ultima estate dove il melone ha potuto godere di una meravigliosa stagione produttiva - senza strumenti per governare il mercato alla fine i nodi vengono al pettine: a fronte di volumi in leggera crescita e vendite tutto sommato positive, il prezzo medio alla produzione nell’ultima campagna è decisamente crollato (secondo i dati della Camera di Commercio di Bologna il retato ha registrato un -43% sul 2020 e il liscio un -43%).

 

 

Per maggiori informazioni

Matteo Bano
Sales Specialist Melone e Anguria Centro-Nord
Fabio Morra
Sales Specialist Melone e Anguria Centro-Sud
Antonio Tribastone
Sales Specialist Melone e Peperone Sicilia

Informazioni sulla divisione Agricultural Solutions di BASF
Con una popolazione in rapida crescita, il mondo dipende sempre più dalla nostra capacità di sviluppare e mantenere un’agricoltura sostenibile e ambienti sani. In collaborazione con gli agricoltori, i professionisti del settore agroindustriale, gli esperti nella gestione degli infestanti e molti altri, il nostro ruolo è quello di contribuire a rendere ciò possibile. Questo è il motivo per cui investiamo in una solida filiera di Ricerca Sviluppo e in un portafoglio molto ampio, che comprende sementi e tratti genetici, difesa delle colture chimica e biologica, gestione dei terreni, salute delle colture, antiparassitari e agricoltura digitale. Con team di esperti in laboratorio, nei campi, nell’amministrazione e nella produzione, sappiamo coniugare un modo di pensare innovativo con azioni concrete per mettere a punto idee che funzionino nel mondo reale – per gli agricoltori, la società e il pianeta. Nel 2018 la nostra divisione ha generato un fatturato di 6,2 miliardi di euro. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Internet www.agriculture.basf.com o uno dei nostri canali sui social media.

Informazioni su BASF
In BASF creiamo chimica per un futuro sostenibile. Uniamo al successo economico la tutela dell’ambiente e la responsabilità sociale. Più di 122.000 collaboratori del Gruppo lavorano per contribuire al successo dei clienti, in quasi tutti i settori industriali e in ogni Paese del mondo. Il nostro portafoglio prodotti è organizzato in cinque segmenti: Chemicals, Materials, Industrial Solutions, Surface Technologies, Nutrition & Care and Agricultural Solutions. Nel 2018 BASF ha generato vendite pari a 63 miliardi di euro. BASF è quotata nelle Borse di Francoforte (BAS), Londra (BFA) e Zurigo (BAS). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito: www.basf.com.

Ultimo aggiornamento 1 febbraio 2022